“Dalle uno schiaffo”: la reazione di questi bambini italiani vi commuoverà

“Dalle uno schiaffo”: la reazione di questi bambini italiani vi commuoverà

E' diventato virale a livello mondiale il video realizzato dal giornalista Luca Lavarone nel quale ha intervistato alcuni bambini tra i sei e gli undici anni, chiedendo loro di interagire con una bambina. Poi la richiesta shock: "Dalle uno schiaffo".

Le notizie di violenza nei confronti delle donne sono tristemente ormai all’ordine del giorno nel nostro Paese, con episodi di femminicidi, stalking e aggressioni che quotidianamente vengono riportati dai media.
Per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla vicenda, il giornalista italiano Luca Lavarone di fanpage.it ha realizzato un video che ha poi postato poche settimane fa su Youtube.

Cosa succede quando metti un bambino davanti ed una bambina e gli chiedi di darle uno schiaffo?“, legge la descrizione del video. “Ecco la reazione dei bambini davanti all’argomento della violenza sulle donne.

Il video, realizzato in italiano e sottotitolato in inglese, è diventato virale in tutto il mondo, raggiungendo oltre 26 milioni di visualizzazioni e diventando oggetto di articoli sulla stampa estera.

Il filmato, che dura circa tre minuti, inizia in modo semplice: i bambini intervistati, di età compresa tra i sei e gli undici anni, si presentano, dicono la loro età, elencano i loro sogni per il futuro, tra chi sogna di fare il calciatore, chi vorrebbe fare il pompiere, chi il pasticcere, chi il poliziotto, chi il pizzaiolo.

I bambini vengono poi presentati a Martina, una bambina che non conoscevano prima del video. L’intervistatore chiede ai bambini cosa piace loro di Martina, dice loro di darle una carezza, e tutti, chi più timidamente e chi meno, eseguono la richiesta. La seconda azione che viene chiesta è di fare una boccaccia verso la bambina, azione anche questa portata avanti da tutti i bambini intervistati.

L’intervistatore fa poi una richiesta shock: “E ora dalle uno schiaffo“. I bambini rimangono tutti chiaramente interdetti davanti alla richiesta, e l’intervistatore li incita a portare avanti l’azione, ripetendo: “Uno schiaffo forte, dai!

I bambini guardano in silenzio sconvolti l’intervistatore, prima di rifiutarsi tutti di eseguire l’azione. Quando l’intervistatore chiede loro perché no, le risposte dei bambini sono esemplari.

Perché lei è femmina, non glielo potrei mai dare, perché sono un uomo“, dice uno dei piccoli, mentre un altro commenta “Prima cosa è bellina, e non glielo posso dare perché è una ragazza. Si dice anche ‘ Le donne non si devono toccare nemmeno con un fiore‘, oppure con un mazzo di fiori“. Tra le altre risposte date dai bambini “Perché le femmine non si picchiano“, “Perché sono contrario alla violenza“, o semplicemente “perché è brutto“.

Ecco quindi che un gruppo di bambini si dimostra in questa circostanza molto più maturo di tantissimi adulti, dando una esemplare lezione di civiltà e rispetto. Il video si conclude con una citazione del piccolo Alessandro di 6 anni, che legge “Nel mondo dei bambini, le donne non vengono colpite“.